Spinoza: credere nella vita

Risultati immagini per spinoza

Chi era Spinoza? e perchè occuparsene oggi?

Bento de Spinoza o Baruch Spinoza è stato un filosofo ebreo olandese del XVII secolo.

Come ogni grande pensatore viene periodicamente ripescato. Oggi per esempio un importante neuroscienziato – Antonio Damasio – ha dedicato a lui uno dei suoi ultimi libri: Alla ricerca di Spinoza. 

Ma perchè Spinoza è un pensatore fuori dall’ordinario? Perchè con Spinoza possiamo tornare (o cominciare?) a pensare fuori dal nichilismo. Ma cosa si intende con questa parola? Apriamo una breve parentesi.

IL SUPERAMENTO DEL NICHILISMO

Nichilismo è pensare che tutto è vano perchè tutto va e viene dal niente, cioè tutto perisce.

Si capisce dunque che pensare fuori dal nichilismo non è un’impresa così semplice. Ci accorgiamo forse di essere un pò tutti nichilisti? E’ possibile pensare qualcosa di diverso dato che è evidente che tutto perisce?

Eppure se ci vogliamo sforzare di pensare fuori dal nichilismo significa che dobbiamo mettere in discussione questa evidenza. Nietzsche diceva “ho il nichilismo sotto di me, dietro di me, sopra di me” ma affermava anche che il divenire è l’evidenza originaria dalla quale bisogna partire. Il divenire come lui lo intendeva era lo stesso per i greci: era l’andare nel niente delle cose, il perpetuo cambiamento dell’attimo che deve distruggersi per fare posto a quello seguente.

Cosa dunque doveva pensare per superare l’annullamento cui le cose sembrano costrette? Come noto la dottrina che egli sviluppa sin dai tempi dello Zarathustra è l’eterno ritorno dell’uguale ed è a questa che affida il compito di superare il nichilismo prodotto dall’uomo metafisco-morale, colui che deve porre dei valori eterni per innalzarsi sopra all’innocenza del divenire (che tutto distrugge).

Così Nietzsche giunge a pensare che l’universo intero debba eternamente ritornare nel suo divenire. Che il divenire, il cambiamento del mondo è eternamente ritornante. Nega assolutamente che possano esservi leggi nel mondo: l’unica legge del mondo è il nulla ritornante per tutta l’eternità.

Questo è il modo per Nietzsche di pensare fuori dal nichilismo, sebbene qui abbiamo potuto appena accennarlo. Egli crede che l’esistenza sia eterna, in tutti i suoi aspetti e dettagli, poichè ogni cosa è destinata a ritornare per sempre e nello stesso modo in cui è sempre stata. 

LA SOSTANZA SPINOZIANA

Spinoza è vicino a Nietzsche sotto molti aspetti, ma la sua visione è assai diversa. Per il semplice motivo che per il filosofo olandese, bisogna pur sempre pensare Dio per uscire dal nichilismo mentre per Nietzsche dietro questa parola si nasconde tutto quello che dobbiamo abbandonare e tutto quello che c’è di sbagliato e che ci separa dalla vita autentica.

Il Dio di Spinoza è però un Dio che a stento si riconosce rispetto a quello cui si è abituati, perchè Dio è la natura, Deus sive natura. Oggi forse possiamo accettare meglio una simile “equazione”, ma bisogna rammentarsi che anche solo a inizio secolo scorso, per la Chiesa cattolica questa era un’eresia. Dio non è la natura, ma il Creatore della natura e in quanto tale si pone fuori di essa.

Basta questo per capire quanti guai ebbe Spinoza nella sua vita, a partire dalla scomunica avvenuta quando aveva solo 23 anni.

Oggi qualcuno di noi può accettare questa visione di Dio. Vi sono molti per cui questa visione corrisponde con la propria “spiritualità”. La maggior parte di noi però si ritiene atea, non riconosce alcun Dio in questo mondo, nemmeno se questo dovesse coincidere con la natura. Non per questo è però disposto a definirsi nichilista, perchè anche al di fuori di Dio sente che “qualcosa ha senso”.

continua…

 

 

 

 

 

 

Annunci